Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattateci, ci piacerebbe sentire la vostra.
 
 frate_antonio_de_nirio_copia Si narra che durante il Giubileo del 1750, un abate, un certo Antonio De Nirio, attraversando, durante il ritorno da Roma, l’attuale Contrada Pelilla (agro di Caltanissetta) per raggiungere il monastero di appartenenza che si trovava a Palermo, venisse attratto dall’insolita bellezza dei paesaggi e dalla singolare rigogliosità della natura di quel posto, decidendo così di fermarsi.


 Federico_al_Kamil[1] La leggenda vuole che l’abate, volendo ricambiare l’ospitalità e la generosità della gente del luogo, insegnò loro l’arte della “Olivicoltura", arte che si tramanda in Sicilia sin dai tempi di Federico II.
 frate[1] Da più generazioni, l’azienda agricola “La Badìa,” rende omaggio all’abate pellegrino.


 

www


Powered by pano360.tk
  Site Map